TERAPIA EMDR E STRESS POST-TRAUMATICO


La terapia EMDR è una procedura terapeutica molto efficace in psicoterapia per l’elaborazione dei traumi e per i disturbi da stress post traumatico.


Cos’è un TRAUMA PSICOLOGICO?

La parola “trauma” deriva dal greco e che vuol dire “ferita”. Il trauma psicologico può dunque essere visto come qualcosa che si rompe nel modo di vivere il mondo utilizzato fino a prima del trauma stesso e che ha un impatto negativo sulla qualità della vita.

Esistono diverse forme di esperienze potenzialmente traumatiche a cui può andare incontro una persona nel corso della vita.

- traumi “t”, ovvero quelle esperienze soggettivamente disturbanti che sono caratterizzate da una percezione di pericolo non particolarmente intesa (es. umiliazioni subite durante l’infanzia)

- Traumi “T” , ovvero tutti quegli eventi che portano alla morte o che minacciano l’integrità fisica propria o delle persone care (es. disastri naturali, abusi, incidenti)

Nonostante gli eventi sopra descritti riferiti alle due tipologie di trauma siano molto differenti, la ricerca scientifica ha dimostrato che le persone reagiscono, dal punto di vista emotivo, mostrando gli stessi sintomi.


Cosa succede ad una persona che ha vissuto un evento traumatico?

Gli effetti di un trauma sono tangibili sia a livello emotivo che biologico. Recenti studi infatti hanno dimostrato come, in soggetti traumatizzati, ci sia una riduzione volumetrica di alcune strutture sottocorticali (amigdala e ippocampo) sede di processi emotivi e di memoria, rendendo scientificamente provata le relazione mente-corpo secondo cui un malessere psicologico ha conseguenze anche sul corpo.

A seguito di un evento traumatico tutto il corpo è sottoposto alle reazioni fisiologiche tipiche dello stress ma, fortunatamente nel 70-80% dei casi, il tutto sembra risolversi spontaneamente in quanto il cervello tende a integrare l’informazione traumatica con reti neurali presenti nel cervello portando il soggetto all’elaborazione del trauma stesso e quindi al buon esito psicologico.

Accade però nel restante 20-30% dei casi che tale processo non avvenga spontaneamente e porti allo sviluppo di disturbi psicologici da poco disturbanti a molto disturbanti anche a distanza di moltissimo tempo dal trauma stesso. In pratica mente/corpo continuano a vivere le sensazione del trauma (passato) nella vita quotidiana (presente).

I sintomi che più frequentemente possono essere riscontrati in soggetti con disturbi legati a traumi sono:

- Disturbi del sonno quali insonnia e/o incubi

- flashback della situazione traumatica

- evitamenti di situazioni che ricordano l’esperienza traumatica (evitamenti esterni) o uso di alcol/droghe, gettarsi a capofitto nel lavoro, comportamenti sessuali compulsivi, gioco d’azzardo, autolesionismo (evitamenti interni)

- alterazione della memoria (amnesia post-traumatica)

- stato di allerta costante che può portare ad esplosioni di rabbia


La TERAPIA EMDR

L’EMDR (dall’inglese Eye Movement Desensitization and Reprocessing, Desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari) è un approccio terapeutico utilizzato per il trattamento del trauma e di problematiche legate allo stress.

I movimenti oculari sono solo una delle componenti del metodo in quanto vanno inseriti in una corretta valutazione del paziente e la procedura va adattata al tipo di trauma o di traumi che sono stati subiti.

Il principio su cui si basa questa procedura è che attraverso la stimolazione bilaterale destra/sinistra il cervello viene guidato nella procedura di elaborazione del trauma portando le informazioni relative al trauma (bloccate all’interno di una rete neurale) ad attivare connessioni con le altre reti neurali del cervello portando il paziente a “digerire” il trauma stesso e di conseguenza a migliorare la sua situazione psicologica al momento alterata dal trauma.


Quando fare la terapia EMDR?

Il tipo di procedura da utilizzare all’interno di una psicoterapia deve necessariamente essere valutata dallo psicoterapeuta in quanto è sempre necessario formulare una valutazione dello stato psicologico del paziente prima di decidere quale approccio sia più idoneo.

13 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti